home2a
fondo
  area riservata

nome
cogn.

mail

per ricevere la newsletter inserire nome e mail...

Associazione "La Formica"
Via Volterrana, 43
Colle Val d'Elsa (SI)
info@rslaformica.org

 

Copyright Associazione
"La Formica".
Tutti i diritti riservati.
Web by: matteolaudisa.it

Libera Scuola Michelangelo

scuola6La scuola concepisce come unico ciclo, dalla classe prima alla ottava, la scuola elementare e la scuola media inferiore. Durante questi anni il maestro principale accompagna la classe, diventando così un punto di riferimento autorevole per gli scolari. I maestri di materia affiancano il maestro e rendono vivaci ed articolate le lezioni. Nei bambini dai 7 ai 14 anni si cerca di presentare tutto in maniera artistica, in modo da educare il senso del bello e dell'armonia, e allo stesso tempo fornire immagini vive, per accompagnare lo scolaro verso la comprensione di concetti astratti. Lo studio delle varie materie non si prefigge di fornire nozioni fini a sè stesse, quanto piuttosto di proporre al bambino i contenuti in una maniera adatta alla sua fase di sviluppo, con la consapevolezza che educare i bambini di oggi significa formare gli adulti di domani. Compito della scuole è educare nel bambino la capacità di agire nel mondo, e di compiere scelte, rimanendo in contatto con la propria natura. Le lezioni sono organizzate in modo da bilanciare le varie attività, a seconda del tipo di impegno che richiedono, e permettere al bambino di partecipare con interesse sempre vivo. Le materie principali vengono affrontate ad "epoche", ovvero vengono loro dedicate due ore ogni giorno, per tre-sei settimane di seguito; in questo modo i contenuti entrano davvero in profondità nel bambino, e la pausa che segue ad ogni epoca è fondamentale per lasciare che le cose vengano assimilate ed in seguito elaborate. L'insegnamento ad epoche viene affiancato da una parte nella quale ci si dedica alle altre materie ed attività. Grande importanza viene data al movimento corporeo, che viene utilizzato nelle materie più disparate, per entrare in contatto con l'argomento di studio. L'utilizzo dei libri di testo è limitato, ed ogni classe crea i propri libri, scrivendo ed illustrando su quadernoni le lezioni, giorno per giorno. L'insegnamento è così estremamente vivo e coinvolgente per i bambini, e favorisce lo spontaneo desiderio di conoscere ed imparare.

Le Materie

IMG2596Matematica ed aritmetica vengono accompagnate da esperienze artistiche; numeri e calcoli vengono introdotti attraverso immagini e grande importanza viene data ai ritmi, che il bambino sperimenta con la sua corporeità. I contenuti vengono presentati tramite un processo di analisi e scomposizione.role o dalle spiegazioni.

Italiano La scrittura viene sviluppata dal disegno pittorico, in modo che il bambino entri in relazione con le lettere e le parole. Il racconto, le filastrocche, le poesie rivestono un ruolo importante per stimolare l'apprendimento spontaneo delle varie forme espressive. La grammatica viene introdotta attraverso immagini, rendendola viva ed interessante per il bambino, che passerà successivamente alle esercitazioni di analisi logica e grammaticale.

Disegno di forme è il disegno a mano libera di forme, che nascono dall'unione di linee rette IMG2584e curve. Nelle prime classi il bambino sperimenta con il movimento del corpo la forma prima di disegnarla, mentre nelle classi successive le forme diventano sempre più complesse fino ad avvicinarsi alla geometria vera e propria. Il disegno di forme è un esercizio di presenza e consapevolezza, che aiuta il bambino a localizzarsi nello spazio.

Lingue straniere. Due lingue straniere vengono introdotte fin dalla prima classe. L'insegnamento inizia attraverso canzoni e filastrocche, per poi includere, progressivamente, gli aspetti grammaticali e sintattici.

IMG2547Euritmia è un'attività espressiva che coinvolge tutte le forze dell'anima e del corpo. Sviluppa la consapevolezza del proprio movimento, la coscienza di sŽ nello spazio e l'attenzione ai movimenti del gruppo.

Lavori manuali. Bambini e bambine si esercitano nei lavori di cucito, uncinetto, telaio, feltro, sviluppando capacità motorie fini, che rappresentano la base per lo sviluppo del pensiero creativo e logico-matematico.

Arte e modellaggio. Fin dalle prime classi, accompagnano il bambino la pittura ad acquerello ed il disegno con pastelli a cera, e nelle classi successive, vengono introdotte tecniche di chiaroscuro e le diverse tecniche pittoriche. Viene inoltre introdotto il modellaggio della creta e, a partire dalla V classe, viene lavorato il legno.

musica2Storia. Nei primi tre anni vengono proposte al bambino fiabe, racconti di animali e storie dall'Antico Testamento, che sono ricchi di immagini e destano, nel bambino, entusiasmo per il mondo. Nella IV classe si tratta la mitologia nordica, che fa da trait d'union fra le fiabe e la storia delle civiltà umane vera e propria. A partire dalla V classe il bambino è pronto per analizzare la storia secondo un principio di causa-effetto, e vengono quindi trattate le civiltà Greche e Romane, fino a giungere, in VIII classe, alla storia dei giorni nostri.

Musica. Il flauto è il primo strumento che viene introdotto, succesivamente chi lo desidera potrà passare al violino. Il canto, accompagnato dagi strumenti in uso nella scuola, riveste grande importana, e si cerca di avvicinare il bambino contemporaneamente all mausica vocale ed a quella strumentale.

x286imagesstoriesscuola3Fisica e chimica vengono introdotte in VI classe, proponendo agli scolari esperienze dirette ed osservazioni, che vengono successivamente elaborate dal punto di vista concettuale. Con questo approccio si favorisce lo spirito d'osservazione ed il pensiero.

Le scienze naturali vengono trattate con un metodo sperimentale, stimolando nello scolaro l'osservazione diretta ed il sorgere di un vivo interesse per il mondo.

La geografia parte come conoscenza del luogo dove si è nati e vissuti, per passare ad uno studio delle civiltà, compresi i loro aspetti culturali, fisici ed economici.

donazione